Palestina, la patria negata

Ci è sembrato naturale dopo l’esperienza vissuta nell’estate 2015 con le missioni Per non dimenticare il diritto al ritorno raccogliere articoli e diari di viaggio dei partecipanti per pubblicarli. Una decisione che non risponde ad un desiderio di autocelebrazione, bensì alla convinzione che l’esperienza che abbiamo fatto è stata per tutti noi una sorta di “università” formativa, che vivere – seppur solo parzialmente

Presentazione. Non esiste un piano B

In un attimo siamo diventati la più implacabile macchina di distruzione del pianeta: condensando tutta la storia dell’universo in un unico secolo, se la Terra nasce nell’anno 70, la vita tre anni dopo, i mammiferi a metà dell’anno 98 e l’homo sapiens 12 ore fa, è solo negli ultimi 12

Un ethos mondiale della cura. Per evitare l’abisso

Il pianeta Terra è sprofondato non solo in una crisi sistemica, ma anche in un processo di irreversibilità. Non sarà mai più lo stesso. Continuando su questa strada, il sistema-vita e il sistema-Terra arriveranno a un punto di non ritorno, mettendo in pericolo la nostra sopravvivenza. O cambiamo o andremo

La voce dello Spirito nei dolori di parto dell’universo

Nella sua enciclica Laudato si’ sulla cura della Terra, la nostra casa comune, papa Francesco propone un’alleanza tra tutta l’umanità, credente e non credente, per salvare il pianeta. Una proposta che già era stata avanzata da intellettuali e scienziati, come il nordamericano Edward Wilson, considerato uno dei massimi biologi della

Ricominciare a tessere. Se la voce di Gaia esce dal silenzio

C’è una voce, a lungo «costretta al silenzio dalla voce maschile», una voce che è altra dalle innumerevoli voci di donne altrettanto costrette al silenzio nei secoli, ma che tutte le accoglie, le comprende e in qualche modo le origina. È la voce di Gaia, una voce che, come afferma